Categorie
Viaggi Family

Alla scoperta di Cantine aperte in vendemmia

I mesi di settembre e ottobre sono da sempre dedicati alla vendemmia, sicuramente tra le più suggestive e caratteristiche attività del nostro Paese. Nonostante il vino sia una bevanda riservata agli adulti, la raccolta e pigiatura delle uve coinvolgono in realtà persone di tutte le età.

Per quanti stanno cercando un’attività da fare anche con i più piccoli per intrattenerli, Cantine aperte in vendemmia è un evento che consente a tutti di trasformarsi in vignaioli per un giorno. Vediamo di seguito in cosa consiste l’evento e quali sono le sue manifestazioni più rilevanti.

Cantine aperte in vendemmia: cosa c’è da sapere

Cantine aperte in vendemmia è un’iniziativa organizzata dal Movimento turismo del vino, associazione che promuove un fervente programma di attività nel settore enoturistico. Questo appuntamento, che si ripete ogni anno, è dedicato non solo a famiglie italiane, bensì anche a tanti visitatori stranieri che possono trovarsi nel nostro paese in periodo della vendemmia.

Se da un lato grandi e piccoli possono dedicarsi assieme alla raccolta delle uve, le cantine aperte sono anche un modo per gli adulti di scoprire ottimi prodotti enogastronomici, magari acquistando qualche bottiglia rara che difficilmente si potrebbe trovare in enoteca. Armati di cestino, forbici e stivali di gomma, grandi e piccoli esplorano i filari per raccogliere l’uva.

Una volta completata questa fase arriva quella più divertente, ovvero la pigiatura: ci si toglie le scarpe e successivamente ci si mette nei tini a schiacciare a piedi nudi i vari chicchi. Pian piano si viene immersi dall’inebriante profumo di mosto. Vendemmiare assieme ai propri bambini è un rito che quasi richiama alla mente la vita dei nostri nonni che, pur con meno comodità, sicuramente trovano nelle cose semplici un modo per divertirsi.

Gli unici aspetti da tenere a mente prima di recarsi in cantina riguardano l’abbigliamento sportivo, che preferibilmente include anche qualche accessorio in caso di pioggia. Per essere certi che l’azienda fornisca tutto l’occorrente per i piccoli, meglio chiedere in fase di iscrizione cosa è compreso.

I principali appuntamenti di Cantine aperte in vendemmia

Sono moltissime le cantine aderenti alla manifestazione che aprono le proprie porte ai visitatori e organizzano eventi per aiutare i vendemmiatori in erba a prendere confidenza. La Lombardia è una delle regioni che vanta il maggior numero di attività: le cantine che indicono visite guidate e laboratori specifici per i bambini includono Il castello di Grumello, in provincia di Bergamo, e l’Azienda agricola Bosco Longhino a Pavia. In un’altra regione molto attiva, il Veneto, l’Azienda Agricola Salvan propone una festa della vendemmia centrata sulla famiglia, coinvolgendoi più piccoli anche in attività con gli asini.

In Emilia Romagna, in concomitanza con la festa dell’uva al Castello di Gropparello, i bimbi sono invitati a togliersi calze e scarpe e a schiacciare i chicchi già maturi. In Toscana, non molto lontano da Arezzo, l’azienda Buccia Nera crea proprio una vendemmia esclusivamente dedicata ai bambini. In Lazio, poco fuori Roma, l’azienda vitivinicola Donnardea fa della conduzione familiare il punto forte per un ricco programma, articolato in due date, dedicato alla vendemmia dei bambini. In Campania, la tenuta Cavalier Pepe, situata in provincia di Avellino, allestisce delle vere e proprie aree giochi per i bambini che potranno divertirsi mentre gli adulti assaggiano i vini DOC e DOCG realizzati dalla cantina.