Categorie
Viaggi Family

Cosa mettere in valigia prima di partire

“Prima di partire per un lungo viaggio, devi portare con te” recitava una canzone della famosa artista Irene Grandi, che mai come in questo contesto si sposa perfettamente. Cosa mettere in valigia prima di partire? Ogni volta è la stessa storia. Anche se abbiamo preparato i bagli decine di volte in vita nostra, ci sarà sempre la preoccupazione di dimenticare qualcosa, situazione che a seconda della meta prescelta, può diventare anche fastidiosa. Con queste premesse, vediamo insieme gli “immancabili”.

Cosa mettere in valigia prima di partire: la lista

La prima regola quando si prepara una valigia, è quella di non affidarsi mai solamente alla memoria, perché prima o poi ci tradirà. Per quanto attenti possiamo essere infatti, la distrazione è sempre dietro l’angolo. Proprio per questo motivo, è opportuno preparare una lista nei giorni antecedenti alla partenza, dove annotare tutto quello che ci viene in mente.

Mano a mano che gli oggetti verranno inseriti in valigia, si potrà provvedere a spuntare tale lista, così da avere sempre la situazione sott’occhio. In prima battuta, nell’elenco degli immancabili, troviamo chiaramente i vestiti, a partire dalla biancheria intima. Mutande, reggiseni, calze e calzini, canottiere, cinture, e camicie.

E poi ancora: pantaloni, maglioncini, felpe, accappatoio, ciabatte e tutto quello che potrà occorrere nella quotidianità delle vacanze, sempre rapportato al numero di giorni del viaggio. In secondo luogo troviamo degli oggetti che varieranno a seconda della stagione e chiaramente del tipo di destinazione.

La meta è il mare? Crema solare e doposole, giochi da spiaggia, cuffia da piscina, materassino gonfiabile, borsa mare, borsa termica, giochi da spiaggia, custodia impermeabile per lo smartphone, infradito, maschera e boccaglio, costumi, sandali, e tutto quello che potrà servire per il perfetto turista da spiaggia.

Se al contrario la destinazione sarà la montagna, da non dimenticare sono: giubbotti, K-Way, scarponi invernali, sciarpe, guanti, cappelli invernali e la crema mani per le screpolature.

Dal notebook alle scarpe, tutto l’occorrente per una valigia perfetta

Ovviamente preparare una valigia è un’azione che si differenzierà a seconda della persona e della vacanza. Alcuni accorgimenti però, possono essere considerati comuni a qualsiasi condizione. Il primo di questi riguarda le scarpe, e consiste nello scegliere solamente un paio di scarpe, al massimo due, che siano ben collaudate.

Assolutamente sconsigliato è mettere in valigia scarpe nuove, che potrebbero fare male durante i giorni della vacanza, e rovinare il momento. Inutile aggiungere in valigia invece shampoo, bagnoschiuma e detergenti in generale. Sono prodotti reperibili praticamente ovunque, ed è inutile sovraccaricare le valigie che poi rischiano di diventare troppo pesanti.

Proseguendo invece nella lista degli oggetti che non dovrebbero mai mancare, ne troviamo anche qualcuno di tecnologico, ad esempio una fotocamera digitale di buona qualità. È vero infatti che gli smartphone fanno oramai delle ottime foto, ma una buona fotocamera molto spesso si comporta meglio, e immortalare una vacanza non ha prezzo.

Sempre in ambito tecnologico, può tornare utile anche un pc portatile, magari per organizzare gli spostamenti del giorno successivo. Quali requisiti deve avere? Per ulteriori approfondimenti puoi consultare questo articolo sui notebook, ma solitamente è preferibile per ragioni di spazio optare per un modello compatto e leggero.

In secondo luogo, la tecnologia torna sempre utile, ma un buon libro in valigia non deve mai mancare. La vacanza è un momento di relax per il corpo e per lo spirito, e una buona lettura non potrà che tornare utile in tal senso.

Cosa mettere in valigia? Attenzione agli indispensabili, ma anche a non esagerare

Può apparire banale sottolinearlo, ma come abbiamo detto durante la preparazione di un viaggio i pensieri sono moltissimi, e la distrazione è sempre in agguato. Per questo motivo, attenzione ad esempio a non dimenticare i medicinali, e una ricetta di quelli presi abitualmente. Ad ogni modo, una regola sempre valida da tenere bene a mente, quasi come fosse un mantra, è quella di non esagerare.

È davvero inutile infatti portarsi mille ricambi, in grado di far diventare ancora una volta la valigia eccessivamente pesante, quindi scomoda da trasportare. Soprattutto per quanto riguarda alcuni abiti, come le magliette, il numero perfetto è il tre: una da indossare, una da lavare, e la terza ad asciugare.

In linea di massima possiamo dire che il valore che ciascun elemento avrà nella potenziale lista, deve essere direttamente proporzionale al numero di utilizzi che se ne potrà fare. Ovviamente molti di questi accorgimenti cadono nel momento in cui in famiglia è presente un bambino piccolo (o più di uno), dove avere ricambi supplementari è sempre consigliato.