I tarli del legno: animali da eliminare

I tarli del legno animali da eliminare

I tarli del legno sono dei piccoli animali che possono infestare qualsiasi tipologia di mobili in legno, come ad esempio gli armadi, le sedie e le porte. Il legno è un materiale che può essere molto utile nelle abitazioni, anche perché risulta essere abbastanza ecologico, versatile e quindi adatto in ogni contesto. L’unico svantaggio è proprio questo: la possibilità di riscontrare queste piccole termiti e i tarli del legno. Gli animali sono spesso intrappolati nei mobili, e iniziano a rosicchiare tutto ciò che trovano, generando un fastidio davvero insopportabile, che va a ma mano ad estendersi e a diventare sempre più forte. Per tale ragione, è sempre necessario evitare che le termiti e i tarli rimangano per tanto tempo nella propria abitazione, ed è per questo che bisogna attuare delle azioni immediate in modo da arginare il problema alla base e non quando è troppo tardi.

Per eliminare i tarli del legno bisogna prima riconoscerli. Ciò è davvero molto semplice, anche perché, come specificato poc’anzi, producono un fastidio enorme, ma allo stesso tempo è possibile trovare dei piccoli fori e dei buchi in prossimità del legno, e della segatura intorno, tipica di quando oggetto viene rosicchiato. Per capire come eliminare i tarli del legno c’è bisogno di ricorrere molto spesso a delle tecnologie molto avanzate, che presuppongono un intervento immediato e soprattutto da parte di esperti del settore. Gli animali sono addirittura molto voraci, ma sono le larve quelle che tendono a nutrirsi della polpa del legno, mentre invece i tarli sono molto più propensi a rilasciare le proprie uova in giro per l’abitazione. Quest’ultime sono addirittura molto più difficili da eliminare, è per questo che bisogna evitare di far passare troppo tempo e permettere ai tarli di depositare dei piccoli.

Come fare per eliminare i tarli

Per quanto concerne l’eliminazione dei tarli del legno, è giusto dire che bisogna evitare assolutamente di ricorrere al fai-da-te, ma è importante prendere in considerazione l’idea di chiamare una grande squadra è un’équipe impeccabile di esperti del settore, che possano riconoscere non solo alla specie di tarlo, ma addirittura attuare un sopralluogo nella propria abitazione, per eliminare ogni animale in giro per la casa. Infatti, come specificato in precedenza, ci sono molte tipologie di tarli, e soprattutto che variano nella grandezza. Ci sono quelli più piccoli che non superano i 3 mm, mentre invece quelli più grandi possono addirittura arrivare a 25 mm, e generano un rumore ancora più fastidioso. Eliminare tutti i tarli dal legno è davvero molto difficile, è per questo che sono state indicate delle nuove e adeguate tecnologie che funzionano con le alte temperature, nonché dei trattamenti all’avanguardia che uccidono i tarli.

Il primo sistema è quello a microonde, con il quale è possibile aumentare pian piano la temperatura e permettere ai tarli di morire uno ad uno. Il secondo sistema richiede l’utilizzo di aria calda in tutto l’ambiente, ma risulta essere abbastanza invasivo nonché poco efficace per quanto riguarda le piccole uova. Infine, gli esperti del settore possono anche utilizzare il sistema con anidride carbonica. Quest’ultimo riguarda semplicemente una sorta di imballaggio dei mobili, con del materiale in PVC, che elimina tutta l’aria, lasciando i tarli soffocare con l’aggiunta di anidride carbonica. Dunque, riconoscere e procedere alla disinfestazione dei tarli non è affatto semplice, ma è comunque necessario procedere il prima possibile, e soprattutto lasciare tutto nelle mani degli esperti, che possono eliminare gli animali in poco tempo.