Come un SEO freelance posiziona un sito web di arredamento

Come un SEO freelance posiziona un sito web di arredamento

Quali sono i metodi per posizionare in modo corretto, duraturo ed efficace, un sito web che si occupa di arredamento?

Per rispondere a questa domanda, occorre prima di tutto fare alcune precisazioni sul lavoro dei SEO freelance. Il posizionamento di un sito web è un risultato che si ottiene in seguito ad alcune attività di ottimizzazione per i motori di ricerca, attività che vengono svolte in maniera professionale solo da parte di figure esperte e qualificate nel settore: pertanto, da un lato possiamo dire che gli elementi base delle attività di ottimizzazione SEO sono sostanzialmente uguali per tutti i siti web, salvo poi distinguersi per alcuni aspetti a seconda dell’argomento trattato e del target di riferimento; dall’altro lato, non è possibile improvvisarsi esperti del settore, perché il rischio sarebbe quello di penalizzare ulteriormente il sito web e di allungare i tempi per la sua futura ripresa.

Pertanto, fatte queste premesse, possiamo dire che un sito web che si occupa di arredamento può essere ottimizzato seguendo delle linee guida base, ma è compito dell’esperto capire come muoversi e su quale attività puntare di più, dopo aver analizzato la struttura del sito web e quindi dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso. Infatti, non tutti i siti si trovano nelle stesse condizioni: vi sono siti vecchi, che magari hanno ottenuto una buona posizione in passato ma che poi sono andati disperdendosi nei meandri delle diverse pagine dei risultati di ricerca; vi sono siti che non sono mai stati in una buona posizione nella SERP; e siti che, invece, richiedono sin dall’inizio l’attenzione dell’esperto.

Rivolgersi ad una persona qualificata è importante anche per questo motivo: perché solo una persona esperta potrà fare una valutazione seria, attraverso una consulenza SEO approfondita, utilizzando strumenti utili come Google Search Console, in maniera da avere le idee chiare sui punti critici del sito e sulle attività che dovranno essere svolte per la sua ottimizzazione.

In linea di massima, possiamo comunque dire che per una buona attività di ottimizzazione in chiave SEO per un sito di arredamento, l’esperto del settore, dopo aver valutato la struttura del sito ed analizzato i punti di forza ed i punti critici, si occuperà di:

  • Definire il target, che riguarda anche il tipo di utenti a cui il sito è rivolto: questo è un buon punto di partenza perché può servire a definire in maniera più chiara una strategia SEO personalizzata;
  • Studiare le giuste keyword che dovranno essere utilizzate a tal proposito: questo sarà possibile affidandosi ad alcuni strumenti utili che consentono di effettuare una valutazione del piano editoriale e delle parole chiave principali e secondarie su cui puntare;
  • Scrivere dei contenuti adatti e pertinenti, quindi non copiati in nessuna parte (Google penalizza i duplicati) ed inoltre originali, scritti in maniera fresca ed interessante. La scrittura dei contenuti dovrà schiacciare un occhio alla forma ed alla grammatica (a nessuno piace leggere articoli incomprensibili o pieni di errori!) ed uno all’ottimizzazione lato SEO: quindi, dovranno essere inserite le parole chiave, sia all’interno del testo che nel titolo, H1, H2, Meta title, meta description, negli alt tag delle immagini;
  • Usare delle immagini il più possibile pertinenti, non coperte da copyright, e leggere: infatti, l’inserimento di immagini molto pesanti rischierebbe di penalizzare la velocità di caricamento, che tra l’altro è uno degli aspetti più discussi perché un sito web che si carica lentamente o che restituisce lentamente le informazioni rischia di essere abbandonato velocemente dall’utente;
  • Stabilire un layout semplice, leggero, e definire un design responsive, per fare in modo che il sito web non sia ottimizzato solo lato desktop ma anche lato mobile.